Blog

Lockdown, spopola lo Smart Living

By Settembre 9, 2020 Settembre 14th, 2020 No Comments

La pandemia, il distanziamento sociale, la “sanitizzazione di massa” sono stati di forte slancio per tutte quelle start-up o aziende che si occupano di sviluppo e creazione di app, software o siti web che potessero agevolare la vita durante il Covid, ma soprattutto rendere il futuro post-Covid più immediato e smart.

È in questo clima di incertezze che le app per la delivery sia di cibo pronto come Glovo o Deliveroo, sia della spesa, hanno iniziato a prendere sempre maggiore piede ed a rendersi indispensabili a moltissimi italiani. Ristoranti chiusi, ma aperti per le consegne a casa, durante il pieno lockdown sono stati il salvavita di milioni di persone dal morale a terra e dalla voglia di shushi o poké bowls -per citare alcuni dei top del momento- ma anche della classica pizza del sabato sera in famiglia. Agli italiani piace la convivialità data da una cena in compagnia, anche se solo dei propri congiunti più prossimi, e ristoranti e catene di fast-food lo sanno bene: è grazie a queste app e metodi di delivery tramite prenotazioni online che si sono ri-messi in gioco dai più grandi colossi, ai piccoli ristoranti tipici di paese.

Il servizio delivery, ora che si può tornare ad uscire responsabilmente, non è più indispensabile, ma certamente continuano ad essere utili e fondamentali le app per la delivery della spesa a casa, una comodità cui l’uomo del ventunesimo secolo non può rinunciare. Mai più file chilometriche alla cassa del supermercato, mai più tempo perso fra le corsie a cercare prodotti che non si trovano: così l’uomo moderno riceve le provviste direttamente a casa propria, senza fatica né spreco di tempo, tempo che può utilizzare per fare altro.

Ma ancora, ora che l’estate si è palesata in tutto il suo splendore, app come Parclick, ParkinGO, MyParking, oppure SpiaggiaTi, J.Beach, Bibi1App, Clock to beach, Beacharound, YourBeach ecc… è possibile trascorrere giornate al mare senza preoccuparsi di trovare il posto al parcheggio, prenotabile tramite un comodo click dal proprio smartphone e nemmeno quello nelle solitamente affollatissime spiagge, anch’esso disponibile tramite pochi passaggi in app dedicate.

E per i buongustai, non mancano ai gestori di locali e ristoranti opportunità e modi per digitalizzare i menù e renderli perfetti ad ogni utilizzo senza che sia più necessario il processo di sanificazione mani e menù: basta inquadrare il QR code con la propria fotocamera e si sbloccherà l’accesso al menù, in modo da rendere l’ordine e l’esperienza al 100% sicura e con una parvenza di normalità.

La tecnologia, il mondo del digitale e dello smart living, si stanno rivelando – contrariamente all’opinione di una buona percentuale degli over 40 – un salvavita indispensabile per vivere una vita meno stressante e per iniziare a godersi maggiormente eventi importanti e giornate speciali, senza ansie, fatiche inutili, né difficoltà. Insomma, un vero e proprio progresso istantaneo che si rifà molto a quanto il mondo odierno sia in continua evoluzione, un cambiamento costante sempre meno tradizionale, e sempre più agevolato da strumenti tecnologici ed applicazioni a prova di tardivo digitale.

 

di Martina Biassoni

 

Leggi altri articoli su LaCritica