Blog

LA NEW NORMAL MILAN FASHION WEEK E LA PHYGITAL EXPERIENCE

By Settembre 22, 2020 Ottobre 7th, 2020 No Comments

Da oggi, 22 settembre 2020, a Milano si terrà la “New Normal Milan Fashion Week”, promossa da Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI) come una settimana della moda “phygital” ovvero, come si può intuire, dal simposio fra il fisico ed il digitale.  La distribuzione degli eventi sarà di circa il 50% per il digitale ed il 50% fisico per una democratizzazione di un evento che, tradizionalmente si organizza come una festa dell’élite e che, solo negli ultimi anni si è sempre maggiormente aperta alla diretta streaming per i meno fortunati o alle instagram stories e dirette delle influencer e dei vip invitati.

Quello che si pone quest’anno Milano, da pioniera quale è sempre stata, però rompe un’altra dimensione e rende ancora maggiormente accessibile l’insieme di eventi digitali della fashion week meneghina a chiunque passeggi per le vie della città grazie a maxi schermi installati nei punti nevralgici; a chi si trova a casa o dall’altra parte del mondo grazie alle dirette online (o, per Armani, online e televisive in contemporanea) ed ai diversi eventi organizzati interamente in digitale.

Ed è qui che entra in gioco l’importante sinergia fra CNMI ed Accenture-Microsoft. La piattaforma già utilizzata per le sfilate di luglio, implementata e migliorata per quelle di settembre, trasmetterà eventi che altrimenti sarebbero stati fruibili soltanto “in differita” grazie a tutti i membri della press presenti alle sfilate, un po’ come avveniva ad inizio 2000 con i servizi moda dei vari tg, quelli che negli ultimi anni hanno subito un forte colpo a causa delle dirette streaming/dirette sui social dei vari brand e dei VIP invitati a quegli eventi che sarebbero altrimenti riservati agli insiders.

Rispetto agli eventi di luglio, la piattaforma implementata da Hevolus Innovation offre la possibilità di vivere un’esperienza di mixed reality grazie alla Multibrand Virtual Showroom, la celere risposta al distanziamento sociale e all’impossibilità di viaggiare della moda italiana. È proprio in questa stanza virtuale che sarà possibile esplorare le diverse collezioni degli stilisti più famosi, ma anche e soprattutto quelle di stilisti emergenti ed avventurarsi attraverso una sezione interamente dedicata ad un altro dei temi che stanno molto a cuore a Carlo Capasa, il direttore di CNMI, la camera della moda intera, l’Italia ed i suoi stilisti: la sostenibilità.

Sostenibilità protagonista in questo appuntamento, grazie al Fashion Hub Market, la mostra in esposizione tridimensionale dedicata agli stilisti partecipanti al progetto “Designers of the Planet”: questa piattaforma mostra abbinamenti ed outfit in 3D e regala all’utente un’esperienza multisensoriale accessibile da mobile, computer e tablet e predisposta per un futuro utilizzo con Microsoft HoloLens 2 e che si adatta a e sfrutta tutte le funzionalità delle piattaforme Cloud ed Augmented Reality (AI) di Microsoft, permettendo al visitatore di modificare gli abbinamenti sul manichino, ascoltare musica in surround e sound ad hoc oppure di scoprire informazioni su collezioni e stilisti.

Una Phygital Customer Experience tutta italiana: Hevolus Innovation è infatti un’azienda pugliese che opera da 20 anni nel settore B2B e specializzata appunto nell’applicazione di Mixed reality, Augmented Reality, Virtual Reality ed Intelligenza Artificiale per innovare, integrare e facilitare il modello di business principalmente nel settore del retail, e Camera Nazionale della Moda Italiana è la sola associazione organizzativa delle settimane della moda maggiori e più diffuse nel mondo che ha scelto di non limitarsi all’esperienza “bidimensionale” all’interno dell’etere, ma di spingere ancora più in là i limiti di tutto ciò che era stato conosciuto dall’essere umano fino a luglio 2020: guidata dalla voglia di sperimentare, dettare nuove tendenze e di innovazione propria di quella che è la tradizione imprenditoriale italiana, ha realizzato un’esperienza mista fra eventi digitali ed eventi fisici – la phygital experience appunto – unica nel suo genere.

La prima Phygital Experience sarà l’inaugurazione di ciò che diverrà, con tutta probabilità, il “new normal”: un mondo che soffrirà le folle e l’imbottigliarsi stretto in luoghi chiusi, sarà sempre maggiormente aiutato dalle novità del mondo digitale. Non rappresenta -come sempre- un caso che il settore del fashion sia motore immoto di cambiamenti che affetteranno poi tutti i settori dell’economia mondiale e che si guardi intorno, pioniere di innovazione e, ironicamente, mode che si affermeranno sempre più nel quotidiano di ognuno di noi.

 

Di Martina Biassoni

Approfondii questo ed altri argomenti su LaCritica.org